Messina, 23 giugno 2011 – Confconsumatori , rappresentata in giudizio dall’avv. Gabriella Genovese, è stata ammessa parte civile dal Giudice monocratico del Tribunale di Barcellona P.G. nel procedimento penale che vede imputati tre ex componenti del consiglio di amministrazione assieme al collegio sindacale dell’ATO ME 2 SPA per il reato di falso in bilancio e false comunicazioni sociali in relazione al bilancio di esercizio dell’anno 2007.

Confconsumatori, che si è spesso occupata delle la problematiche nascenti dai rapporti tra le Società D’Ambito ed i consumatori, ha ritenuto di dover intervenire su una questione che riguarda appunto tutti i cittadini. Infatti, il reato di cui sono imputati i componenti del CdA e del collegio sindacale dell’ATO lascia intravedere una chiara responsabilità nella gestione del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani , contribuendo all’ incremento degli importi delle bollette ed alle disfunzioni spesso lamentate dagli utenti nella raccolta dei rifiuti.

“ Si tratta di una importante risultato – dichiara soddisfatto il Presidente della Federazione Provinciale di Messina, Avv. Fulvio Capria – che consentirà a Confconsumatori di intensificare e rendere più incisiva la propria battaglia a favore dei cittadini volta ad assicurare il rispetto, da parte dei soggetti responsabili, di un servizio efficiente di raccolta dei rifiuti con una gestione equilibrata e corretta della stessa ”.