Parma, 7 dicembre 2017 – Partirà a breve il processo penale a carico dei vertici della BPVI imputati di ostacolo ed intralcio alla vigilanza bancaria, false comunicazioni sociali e falsità nei prospetti informativi delle azioni rifilate ai soci.

La Confconsumatori si costituirà parte civile perché le condotte degli ex amministratori, in particolare la concessioni di finanziamenti “baciati” e finalizzati o subordinati all’acquisto di azioni, è una pratica che ha destabilizzato la credibilità del sistema bancario e soprattutto creato il panico tra risparmiatori, investitori e consumatori.

La Confconsumatori curerà anche la costituzione in giudizio di tutti i propri associati ad ogni livello e, in particolare, nei prossimi giorni le sedi territoriali dell’associazione contatteranno singolarmente tutti i propri soci per attivare la procedura di costituzione.

Si ricorda che la costituzione di parte civile può essere esperita sino all’apertura del dibattimento penale sicchè ci sarà tempo per procedere.

Per informazioni via web è possibile contattare la casella di posta: risparmio@confconsumatori.it

Si ricorda che i soggetti già seguiti dalle sedi territoriali possono rivolgersi alle strutture di competenza.