Notizie / News
Intervista a Valentina Filippini, avvocato di Confconsumatori, durante OIC Lab - Laboratorio per l'etica consumeristica
La tutela del consumatore nella new economy

Roma, 17 settembre 2014 – Come tutelare il consumatore nell’era della new economy, sempre più virtuale? Come tutelare il consumatore in tempo di crisi, quando già le stesse aziende fanno fatica a sopravvivere? Confconsumatori, nota per la tutela che ha fornito a migliaia di risparmiatori nello scandalo Parmalat e in molti altri casi di “risparmio tradito” successivi, si schiera oggi dalla parte del consumatore, fornendo numerosi strumenti e servizi in sua tutela. La new economy, infatti, ha permesso a numerosi utenti di risparmiare (ad esempio comparando le migliori tariffe ADSL o telefono), ma ha reso anche il consumatore più vulnerabile e bisognoso di tutela.

Intervista a Valentina Filippini, avvocato di Confconsumatori, durante OIC Lab - Laboratorio per l'etica consumeristica

Intervista a Valentina Filippini, avvocato di Confconsumatori, durante OIC Lab – Laboratorio per l’etica consumeristica

Particolarmente importante è la tutela fornita da Confconsumatori, così come dalle altre associazioni dei consumatori che fanno parte del CNCU, nei confronti degli utenti dei servizi online, degli utenti della new economy, dell’e-commerce e anche dei comparatori online. Non sempre, infatti, il mondo del web risulta essere un porto franco per il consumatore, un luogo incantanto dove trovare solo e unicamente il risparmio. E’ quanto emerso dalle discussioni finali di OIC Lab – Laboratorio per l’etica consumeristica. Molto spesso, infatti, il consumatore del web rischia di andare incontro a frodi e raggiri se non attento, informato e tutelato. Per questo SuperMoney è da sempre attiva nell’informazione dei suoi utenti e per questo Confconsumatori da anni è a sua volta attiva con numerosi servizi anti-frode per il web.

In molti lamentano le frodi digitali e i furti d’identità. Confconsumatori grazie all’Arbitro bancario e finanziario è attiva in numerosi ricorsi contro quegli istituti di credito che non riconoscono le frodi nei confronti del risparmiatore. Confconsumatori ha, inoltre, un rapporto diretto con i canali di recupero dei crediti. Riesce così a comporre quelle che sono le crisi da indebitamento con i consumatori.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on TumblrPin on Pinterest0Digg thisEmail this to someoneShare on Google+0Share on StumbleUpon0