Catania – Brindisi, 15 Luglio 2016 – A partire da lunedì 18 Luglio e per tutta l’estate, anche nel mese di agosto, la CONFCONSUMATORI attiverà, per l’undicesimo anno consecutivo, presso le sedi di Catania, Giarre ed Acicastello, lo SPORTELLO DEL TURISTA. Nel frattempo a Brindisi è già attivo il SALVAGENTE DEL TURISTA, giunto alla sua 15esima edizione (vedi in calce). In entrambi gli sportelli sarà possibile avere informazioni, consulenza ed assistenza per tutti i disservizi e le problematiche in materia di turismo.


 

SPORTELLO DEL TURISTA – attivo su tutto il territorio nazionale

Questi i giorni e gli orari di apertura dello sportello:

CATANIA, Viale della Libertà, n. 221: Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00; Lunedì, Martedì, Mercoledì e Giovedì dalle ore 16.30 alle ore 18.30. Sarà attivo un servizio di assistenza telefonica, 095-2884566/340-7289212, durante gli orari di apertura dello sportello.

GIARRE, Via N. Tommaseo, n. 121: Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle 17.30 alle 19.00. Sarà attivo un servizio di assistenza telefonica, 095-932573, durante gli orari di apertura dello sportello.

ACICASTELLO, Via IV Novembre, n. 3: Martedì e Giovedì dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19. Sarà attivo un servizio di assistenza telefonica, 346-7124004, durante gli orari di apertura dello sportello.

Sarà possibile ricevere consulenza ed assistenza on line, via e-mail, ai seguenti indirizzi di posta elettronica:

reclami.confconsct@hotmail.com

confconsumatorigiarre@hotmail.it

confconsumatoriacicastello@gmail.com

In particolare sarà fornita assistenza su:

PACCHETTI TURISTICI. I pacchetti turistici hanno per oggetto i viaggi, le vacanze ed i circuiti tutto compreso. Devono avere almeno due dei seguenti elementi: a) trasporto; b) alloggio; c) servizi turistici non accessori al trasporto o all’alloggio, che costituiscono parte significativa al pacchetto turistico, come ad esempio visite ed escursioni. Il consumatore ha diritto al risarcimento del danno in caso di mancato o inesatto adempimento da parte dell’organizzatore (tour operator o agenzia di viaggi) o del venditore (agenzia di viaggi, anche on-line).

VIAGGI AEREI

RIFIUTO ALL’IMBARCO, compreso il cosiddetto Overbooking, quando il numero di passeggeri supera i posti disponibili.

CANCELLAZIONE DEL VOLO. Il passeggero resta libero di scegliere tra il rimborso del biglietto o riprotezione con altro volo. Gli spetta in ogni caso l’assistenza e la compensazione pecuniaria che, in base alla tratta, può essere di euro 250,00, euro 400,00 od euro 600,00.                                                                                                                                                  

RITARDI. Anche in questi casi sono previsti rimborsi e risarcimenti in base alle ore di ritardo. Per i ritardi prolungati, pari o superiori alle tre ore, al passeggero spetta l’assistenza e la compensazione pecuniaria nella stessa misura della cancellazione.

BAGAGLI. Risarcimento per distruzione, danneggiamento, smarrimento o ritardata consegna del bagaglio. La richiesta di risarcimento deve essere inoltrata entro 7 giorni in caso di danneggiamento ed entro 21 giorni per la ritardata consegna. Nell’immediatezza la constatazione dell’evento deve essere effettuata presso l’Ufficio Lost and Found dell’aeroporto di arrivo compilando il modulo PIR e prima di lasciare l’aera aeroportuale.

VIAGGI IN TRENO. In caso di ritardi e disservizi è possibile chiedere il risarcimento in virtù del codice del consumo e del regolamento comunitario n. 1371/2007.

VIAGGI IN AUTOSTRADA. L’automobilista ha diritto di richiedere alla società autostradale competente i seguenti  risarcimenti: a) Danni causati da insidia e trabocchetto per la presenza di oggetti sulla carreggiata o per cavi pendenti in galleria. b) Danni causati dalla presenza sulla carreggiata di liquido oleoso o similare. c) Danni causati da tempi di percorrenza superiori rispetto al normale, come ritardi o soste prolungate.

VIAGGI A BORDO DI NAVE. Il passeggero che ha subito danni in occasione delle operazioni di imbarco e sbarco in e da una nave, in caso di mancata partenza del traghetto o di ritardo, potrà agire nei confronti dell’armatore o del vettore.

“Anche nell’estate 2016, riproponiamo un servizio che ha dato risposte ai turisti e riscosso sempre un significativo successo. Purtroppo il numero di turisti che conosce i propri diritti è ancora basso. Ed allora il primo modo di tutelarli consiste nel fornire loro le adeguate informazioni”, ha dichiarato l’avvocato Carmelo Calì, Presidente di Confconsumatori Sicilia.


 

SALVAGENTE DEL TURISTA – attivo a Brindisi

Il “Salvagente del turista” è un servizio attivato dal coordinamento istituito a livello locale dalla Confconsumatori – Federazione Provinciale di Brindisi e dall’Associazione Nazionale Dalla Parte del Consumatore.

Ecco un sintetico vademecum  per cercare di fare fronte ai disservizi aerei. Ricordiamo, quindi, al consumatore che, nelle ipotesi di cancellazione del volo, negato imbarco, ritardo prolungato, ecc.,  deve:

  1. chiedere espressamente, già in aeroporto, i motivi del disservizio ed insistere in caso di risposte generiche o evasive;
  2. ritirare la “Guida pratica sui diritti del passeggero” dell’ENAC presso gli uffici informazioni dell’aereoporto;
  3. verificare che l’assistenza che viene fornita e che la soluzione al problema che viene proposta corrisponda a quanto previsto dalla guida;
  4. in caso negativo, reclamare e contestare la mancata osservanza;
  5. rivendicare il diritto di essere aggiornati ogni trenta minuti sull’evolversi del caso;
  6. chiedere e conservare tutta la documentazione utile a dimostrare il disservizio;
  7. farsi rilasciare le ricevute di tutte le spese sostenute a causa del disservizio e conservarle, al fine di chiedere successivi rimborsi;
  8. conservare tutti i documenti del viaggio: copia descrizione del volo, ricevuta della carta di imbarco (il talloncino che restituisce la hostess al momento dell’imbarco), tagliandi identificativi dei bagagli, ecc.;
  9. annotare i nominativi di altri passeggeri con i relativi recapiti al fine di rintracciar qualora dovesse occorrere la loro testimonianza in una fase successiva di contenzioso;
  10. non farsi ingannare da promesse verbali di indennizzo da chiunque provengano. Servono solo a fare “abbassare la guardia”;
  11. appena rientrati, spedire una raccomandata a.r. con la quale si espongono i fatti e si chiede il risarcimento dei danni subiti.

Il “Salvagente del Turista” – afferma l’avv. Emilio Graziusoresponsabile del coordinamento Confconsumatori – Dalla Parte del Consumatore – è al 15° anno di attività e registra un aumento costante di cittadini che in tutti i mesi dell’anno si rivolgono al servizio per  segnalare disservizi, per chiedere  assistenza per danni dagli stessi subiti o semplicemente per chiedere informazioni sui propri diritti. Al fine di fornire una informazione rapida ai consumatori abbiamo dedicato la sezione “Salvagente del turista” del sito www.confconsumatoribrindisi.it ai diritti dei turisti ed alle tipologie di risarcimento del danno che dagli stessi possono essere richiesti”.

Per maggiori informazioni tel. 347 – 0628721, www.confconsumatoribrindisi.it, www.facebook.com/Confconsumatori-Brindisi