Parma, 19 giugno 2018 – Il Gup del Tribunale di Milano, su istanza della Procura milanese, ha deciso di rinviare a giudizio, in quanto meritevoli di processo, l’ex presidente, l’ex amministratore delegato e l’ex presidente del collegio sindacale per falso nei bilanci e nelle comunicazioni della Banca per gli anni 2012, 2013 e 2014 nonché per false comunicazioni sociali in relazione alla semestrale del 2015. Secondo l’accusa gli imputati avrebbero manipolato i bilanci nascondendo perdite complessivamente miliardarie della Banca soprattutto in operazioni su derivati.

Per questo motivo Confconsumatori ricorda a tutti gli azionisti che sino alla data del 30.6.2015 avevano azioni della Banca ad avviare la costituzione di parte civile così chiedendo il rimborso, agli imputati delle perdite subite e del danno morale conseguente alla perdita del loro risparmio. Il termine ultimo è quello della prima udienza prevista per il 17.7.2018 dinanzi al Tribunale milanesi, ma la documentazione dovrebbe pervenire alle sedi di Confconsumatori entro il mese di giugno.

Gli interessati, che non hanno ormai molto tempo, potranno rivolgersi direttamente presso le sedi territoriali della Confconsumatori sparse sul territorio italiano i cui recapiti sono disponibili qui: http://www.confconsumatori.it/gli-sportelli-di-confconsumatori/. Oppure è possibile contattare la sede nazionale dell’associazione alla casella di posta elettronica mps@confconsumatori.it o semplicemente telefonando al numero 0521/231846.