Parma, 26 luglio 2019 – Occasioni concrete di confronto tra cittadini, Istituzioni e addetti ai lavori per capire come intercettare, prevenire e assistere le situazioni di fragilità negli anziani, in aumento in tutta Italia. Sono iniziati gli incontri territoriali del progetto nazionale “Anziano fragile: verso un welfare comunitario” finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali e realizzato dalle associazioni Confconsumatori e ANCeSCAO. I primi due appuntamenti si sono tenuti venerdì 7 giugno a Poggio a Caiano, in provincia di Prato, e sabato 8 a Dolo, in provincia di Venezia. Seguiranno ulteriori 18 incontri in altre città italiane che si concentreranno nella seconda metà del 2019, fino all’incontro finale conclusivo a Parma nel 2020.

PERCHE’ GLI INCONTRI TERRITORIALI – Gli incontri con la cittadinanza rappresentano occasioni di approfondimento e dibattito sul tema della fragilità negli anziani, con esperti e responsabili a livello locale o regionale, durante i quali verranno forniti anche strumenti concreti e buone pratiche per intercettare, coinvolgere e assistere gli anziani non autosufficienti in situazioni di fragilità. Lo scopo è quello di stimolare la nascita di un “Welfare comunitario” in cui le famiglie e la comunità di cittadini si affianchino alle Istituzioni nel prevenire, individuare e gestire le fragilità, purtroppo in aumento. Per questo motivo, Anci Nazionale ha già concesso il patrocinio per tutti gli eventi territoriali che si terranno nell’ambito del progetto.

INCONTRO DI PRATO – Il primo appuntamento, dal titolo “Alzheimer: quali aiuti nell’Area Pratese e nella Zona Fiorentina Nord Ovest?” si è tenuto a Poggio a Caiano (PO) venerdì 7 giugno nel Cinema Ambra. Si è parlato delle buone pratiche per l’inclusione, valorizzazione, cura e assistenza degli anziani a Prato e il ruolo di Istituzioni, associazioni del Terzo Settore e cittadini nella costruzione di un Welfare comunitario. L’evento, patrocinato da Anci e dalla Regione Toscana, era realizzato da Confconsumatori Prato in collaborazione con: Aima Firenze, Aima Prato, Acav, A.Di.NA., ANCeSCAO e Misericordia di Campi Bisenzio. Oltre alle autorità locali e ai rappresentanti delle associazioni organizzatrici, in particolare Mara Colla, presidente Confconsumatori e Franca Salvini, Vice presidente ANCeSCAO e coordinatore Toscana, sono intervenuti anche: Barbara Trambusti, Responsabile delle Politiche per l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Toscana, Lorena Paganelli, Società della Salute Area Pratese, Enrica Pietra Caprina, Società della Salute Fiorentina Nord Ovest, Carlo Adriano Biagini, Direttore SOC Geriatria Pistoia, Azienda USL Toscana Centro, Claudia Barsanti, Responsabile Progetto Pronto Badante – Associazione Esculapio, Manlio Matera, Presidente AIMA Firenze, Nicoletta Tossani, Referente Progetto per la Cooperativa SARAH e Francesca Serafini, Responsabile Sezione Didattica del Museo del Tessuto.

INCONTRO DI DOLO – Il secondo appuntamento si è tenuto a Dolo (VE) sabato 8 giugno nella villa Ferretti Angeli. Si è parlato di fragilità: come prevenirla, individuarne i primi segni ed averne cura; ma si parlerà anche di servizi socio-sanitari e assistenziali a supporto degli anziani fragili e delle loro famiglie, delle strategie per l’inclusione e la valorizzazione dell’anziano e del contributo delle associazioni del terzo settore e dei cittadini alla costruzione di un nuovo “welfare comunitario”. L’evento, patrocinato da Anci e dal Comune di Dolo era realizzato da ANCeSCAO Venezia. L’incontro si è aperto con i saluti delle autorità e dei rappresentanti di ANCeSCAO e Confconsumatori, in particolare di Esarmo Righini presidente ANCeSCAO con Gianni Dall’Armi e Silvio Bonfiglio e Laura Ferraioli di Confconsumatori. Poi sono intervenuti: Alberto Cester, Direttore Dipartimento Medicina e UOC Geriatria AULSS 3 Serenissima; Gabriele Angiolelli, Direttore del Distretto Socio Sanitario 3 Dolo – Mirano; Maria Cristina Bollini, Geriatra – Distretto Dolo-Mirano; Marino Formilan, Responsabile Ambulatorio Demenze AULSS 3 Serenissima-Sede di Dolo; Clara Urlando, Associazione Alzheimer Venezia; Claudio Bergamin, Medico Geriatra e membro del Comitato Scientifico del progetto «Anziano Fragile»; e Fausto Comin, Associazione Socio Ricr.Culturale A.Palladio Mira (VE).

LE PROSSIME TAPPE– «Il progetto offrirà l’opportunità a Confconsumatori e ANCeSCAO di mettere in comune competenze e fare rete per divenire un punto di riferimento nei prossimi anni in materia di valorizzazione e tutela degli anziani» hanno dichiarato Mara Colla ed Esarmo Righini, presidenti di Confconsumatori e ANCeSCAO. Per questo sono previsti una ventina di incontri sul territorio nelle seguenti regioni:

1. PUGLIA Altamura (BA)

2. SARDEGNA Cagliari

3. SICILIA Catania

4. CALABRIA Corigliano Calabro (CS)

5. LOMBARDIA Milano

6. LAZIO Minturno (LT)

7. EMILIA ROMAGNA Parma

8. TOSCANA Poggio a Caiano (PO)

9. SICILIA Sinagra (ME)

10. PIEMONTE Torino

11. ABRUZZO

12. CAMPANIA

13. MOLISE

14. BASILICATA

15. VENETO Dolo (VE)

16. MARCHE

17. BASILICATA

18. TRENTINO

19. VENETO

20. UMBRIA

Il calendario degli incontri territoriali è in via di definizione e le tappe potrebbero subire variazioni.

Per approfondire vai alle sezioni dedicate dei siti di Confconsumatori e ANCeSCAO.