Grosseto, 30 settembre 2011 – Il Giudice di Pace di Grosseto con la sentenza  n. 1022/2011 ha sancito il diritto del consumatore alla restituzione del prezzo pagato per la sostituzione del componente elettrico non funzionante, nel caso di specie, l’alzacristalli elettrico.

La vicenda, ha origine dalla sottoscrizione di un contratto di polizza per la riparazione e/o sostituzione di componenti dell’autovettura, motivo per il quale il consumatore ha richiesto la sostituzione di un componente elettrico, alzacristalli non più funzionante.

La richiesta di riparazione era stata negata dall’assicurazione che riteneva tale componente non coperto da garanzia, nonostante un analogo intervento alla parte destra dell’auto fosse stato già realizzato in garanzia dalla predetta compagnia assicurativa. L’Assicurazione sosteneva che, benché si trattasse di un componente elettrico incluso nella garanzia, la rottura dello stesso era dovuta al mancato funzionamento di un diverso componente non coperto dalla garanzia assicurativa.

Il Giudice di Pace di Grosseto, accogliendo le argomentazioni sostenute dal consumatore, assistito dall’Avvocato Sara Serritiello di Confconsumatori Grosseto, ha riconosciuto il diritto del consumatore alla sostituzione dell’alzacristalli elettrico in quanto tale componente richiede la sostituzione di tutto il componente alzavetro, compreso quindi il meccanismo che parte convenuta non considerava in garanzia , condannando la compagnia anche alla refusione delle spese processuali.

Scarica la sentenza cliccando QUI .