Parma, 2 novembre 2022 – Da mesi Confconsumatori, unitamente ad altre associazioni dei consumatori, chiede provvedimenti al Governo per far fronte all’emergenza del caro-energia (per approfondire vedere i link in nota[1]). Oggi, in attesa del prossimo Consiglio dei Ministri, la Presidente di Confconsumatori, Mara Colla, ha scritto direttamente al Premier chiedendo di adottare un decreto col quale si escludono i distacchi e le sospensioni di energia elettrica e gas, nei prossimi 12 mesi, per famiglie ed imprese. In aggiunta, sempre come rimedio temporaneo ma indifferibile, Confconsumatori ha chiesto che il Governo decreti l’automatica rateizzazione delle bollette, anche quelle ancora non pagate, da un minimo di 24 mesi sino a 60 mesi.

Per la Presidente nazionale di Confconsumatori Mara CollaQuesti due provvedimenti aiuterebbero a restituire almeno un po’ di fiducia ai consumatori italiani. Inoltre, riteniamo che il Governo dovrebbe avviare velocemente una fase di costruttiva e seria consultazione, su queste tematiche, con tutte le associazioni dei consumatori presenti nel CNCU, formazioni sociali che dovrebbero essere gli interlocutori principali delle istituzioni in queste tematiche”.

IL CASO ALTAMURA – Recentemente anche il Consiglio comunale di Altamura, “adottando” la tesi di Confconsumatori presentata dal responsabile locale di Confconsumatori Michele Micunco, ha approvato una mozione, inviata alla Presidenza del Consiglio dei Ministri in cui chiede in primo luogo di bloccare i distacchi dei contatori.

 

[foto fonte Ansa]

[1] 1) https://www.confconsumatori.it/assemblea-dei-consumatori-5-punti-urgenti-per-lagenda-di-governo/

2) https://www.confconsumatori.it/protesta-delle-pentole-vuote-il-10-giugno-manifestiamo-contro-i-rincari/