Grosseto, 29 novembre 2021 – Crediti spesso prescritti o non più esigibili azionati da società di cartolarizzazione che adottano comportamenti scorretti nei confronti dei consumatori: Confconsumatori Toscana ha recentemente risolto un caso emblematico in materia e ne ha dato notizia tramite il comunicato che si riporta di seguito.


Con la sentenza 823/2021 il Giudice di Pace di Grosseto ha dichiarato prescritto il credito azionato da una società di cartolarizzazione dei crediti che l’aveva acquistato da una primaria Banca, così revocando il decreto ingiuntivo.

Finisce bene per una famiglia di grossetani (obbligati in solido) che dopo decenni si sono visti prima sollecitare poi ingiungere un credito dichiarato inesistente.

Nel lontano 2002 la famiglia stipulava un contratto di finanziamento di credito al consumo con una delle Banche più importanti e conosciute del paese. Pareva di aver pagato tutto il prestito, senonché dopo 15 anni ricevevano un sollecito di pagamento da parte del cessionario del credito che lamentava l’insoluto delle ultime rate.

Non è bastata la contestazione di Confconsumatori, cui la famiglia si era rivolta, per far capire al nuovo soggetto che- in difetto di interruzione rituale (la prescrizione si interrompe solo con notifica o raccomandata a.r.) sino al 2017- il credito era chiaramente prescritto.

Dopo l’ingiunzione di pagamento gli asseriti (inesistenti debitori) si sono difesi proponendo l’opposizione a decreto ingiuntivo che il Giudice di Pace, senza particolare istruttoria, ha accolto per prescrizione dichiarando così infondata la pretesa del cessionario (sentenza ormai passata in giudicato).

Purtroppo non è la prima volta che Confconsumatori sia a Grosseto che in tutta la Toscana verifica situazioni come queste nella mole delle selvagge cessioni di crediti asseritamente sofferenti delle Banche a società di cartolarizzazione.

Anzi Confconsumatori riscontra ormai quasi sistematicamente questa ed altre criticità a fronte di crediti spesso e volentieri totalmente o parzialmente inesistenti o inesigibili.