Grosseto, 24 maggio 2013 –  Confconsumatori è costituita in proprio come parte civile nel processo penale contro il Comandante Schettino, e assiste numerosi naufraghi ancora in attesa di un equo risarcimento. 

L’Associazione prende atto che la Difesa di Schettino non ha scelto riti alternativi e che i l prossimo 9 luglio, dinanzi al Collegio del Tribunale di Grosseto, avrà inizio il processo contro la società Costa Crociere s.p.a. e contro Francesco Schettino quale responsabile civile, citato in giudizio dalle vittime.

Confconsumatori confida, inoltre, che il Giudice dell’udienza preliminare non conceda i patteggiamenti chiesti dagli altri imputati, per i quali si celebrerà l’udienza il giorno 8 luglio 2013, sino a quando non saranno risarcite tutte le vittime del naufragio.

L’associazione è da sempre fiduciosa nell’opera della Magistratura, nella certezza che i diritti delle vittime saranno ancora una volta riconosciuti.