Parma, 14 luglio 2022 – A seguito dell’audizione parlamentare del presidente dell’Enac (Ente nazionale per l’aviazione civile), l’avvocato Pierluigi Umberto Di Palma, presentiamo le riflessioni dell’avvocato Carmelo Calì, responsabile Trasporti e Turismo di Confconsumatori e rappresentante del CNCU (Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti) presso l’Enac.

GESTIONE DEI DISSERVIZI – «Molto bene l’audizione del presidente dell’Enac, Di Palma, che ci rassicura su questa estate e su quello che sta avvenendo. Importanti le decisioni dell’Enac che, andando oltre le previsioni normative, ha messo in campo una serie di interventi – anche nei confronti dei gestori aeroportuali, oltre che nei confronti delle compagnie – per garantire ai cittadini la tutela dei propri diritti nell’immediatezza del disservizio. Questo è un dato importantissimo: spesso i risarcimenti arrivano, ma arrivano dopo. E nell’immediatezza il cittadino non sa cosa fare, a chi rivolgersi, e non ha alcuna assistenza. Siamo convinti che gli interventi dell’Enac potranno garantire ai cittadini assistenza e forme di tutela rilevanti.»

RISARCIMENTI – «Altra questione importante è quella dei risarcimenti: è stato rilevato come spesso le compagnie, con atteggiamenti ostruzionistici e dilatori, cerchino di sottrarsi ai propri obblighi. Seguiremo l’indicazione data nel corso dell’audizione di mettere per conoscenza l’Enac quando si fanno i reclami alle compagnie. Questo garantisce, in caso di mancata tutela e applicazione del Regolamento comunitario, l’avvio di un procedimento sanzionatorio a carico della compagnia. Anche da questo punto di vista, dunque, ci sentiamo più rassicurati.»

EMERGENZA BAGAGLI – «Un disservizio emerso di nuovo nel corso di questa estate, con percentuali superiori, è quello che riguarda i bagagli: anche se in Italia al momento non ci sono criticità, è una problematica già reale in molti scali. I cittadini infatti sono stati invitati, quando possibile, a partire solo con il bagaglio a mano. Come è stato precisato, nessuno può pretendere questo dai passeggeri ma è un modo per evidenziare che c’è una criticità, che spesso ha origine negli aeroporti stranieri. Ci auguriamo che nei prossimi giorni e nei prossimi mesi aumentino le tutele anche su questo fronte.»

VERSO LA CONCILIAZIONE – «Importantissima l’apertura alla procedura di conciliazione nel trasporto aereo: è una battaglia che abbiamo portato avanti per anni, e l’annuncio del presidente dell’Enac che, in accordo con l’Antitrust, si sta lavorando a questa opportunità potrebbe rappresentare un significativo passo in avanti per i passeggeri, evitando tanti inutili contenziosi.»

Ricordiamo che per tutte le problematiche relative ai voli e alle vacanze è attivo lo Sportello del Turista di Confconsumatori, in grado di assistere online, telefonicamente e – a Catania, Messina e Ragusa – in presenza.