Vibo Valentia, 9 settembre 2020 – In tutta Italia la presenza incontrollata dei cinghiali ha assunto le caratteristiche di un’emergenza vera e propria, sollevando problemi di natura economica, ecologica e sociale. La preoccupazione è generale e non riguarda solo la necessità di tutelare specifiche attività economiche: il notevole incremento degli ungulati solleva il problema della sicurezza e quindi dell’incolumità fisica messa a repentaglio negli stessi centri urbani, oltre che nell’ambito della circolazione stradale.

La Confconsumatori Calabria ha deciso di accogliere le istanze di tutela che da più parti sono state avanzate relativamente a questa problematica e per questo ha deciso di organizzare una petizione allo scopo di presentare una proposta di legge di iniziativa popolare. La petizione è rivolta al presidente della Regione Calabria Jole Santelli, al Assessore alle Politiche agricole e sviluppo agroalimentare Gianluca Gallo e al dirigente generale del Dipartimento Agricoltura e Risorse agroalimentari Giacomo Giovinazzo e chiede più tutele e controlli sulla fauna selvatica di cinghiali.

Fin dall’inizio di questa emergenza è stato chiesto all’unanimità di modificare la Legge 157/92 sulla caccia poiché la legislazione in vigore è nata in una situazione ambientale e sociale completamente diversa da quella attuale, pertanto risulta obsoleta e carente ai fini della soluzione di questa emergenza.

Ebbene, la Confconsumatori Calabria mira a questo obiettivo e, nell’immediato, mentre la raccolta delle firme è in corso, ha deciso di avviare un dialogo con le competenti Autorità Regionali proponendo alcune modifiche dell’attuale legge Regionale n. 9/96. Per l’occasione è stato diffuso anche un volantino nel quale vengono indicate le varie sedi della Confconsumatori in Calabria presso le quali è possibile procedere alla sottoscrizione della petizione nell’auspicio che, avviando un dialogo costante con le Autorità politiche regionali, si possa ottenere un intervento reale ed immediato per affrontare e risolvere l’emergenza cinghiali.

L’elenco delle sedi territoriali calabresi è inoltre disponibile a QUESTO LINK.

Scarica la petizione a QUESTO LINK.

Scarica il volantino sulla petizione a QUESTO LINK.