Parma, 17 dicembre 2013 – C'è ancora tempo per costituirsi parte civile nel processo Fonsai: gli azionisti danneggiati possono rivolgersi alla Confconsumatori entro il 21 gennaio . Infatti il il gup di Torino ha fissato per il prossimo 27 gennaio l'udienza preliminare del secondo filone dell' inchiesta torinese su Fonsai, nel quale risulta imputato Paolo Ligresti – figlio di Salvatore e cittadino svizzero – con altre otto persone.

Un anno fa, nell’ottobre 2012, le Procure di Milano e di Torino avevano dato il via a una maxi inchiesta in occasione della fusione Unipol – Fonsai per le condotte di aggiotaggio, falso in bilancio e ostacolo agli organi di vigilanza che coinvolgono la compagnia assicurativa Fondiaria Sai, anche attraverso la Holding Premafin. I fatti contestati dagli investigatori riguardano l'occultamento al mercato di un “buco” nella riserva sinistri di circa 600 milioni di euro, la cui mancata comunicazione avrebbe provocato danni ad almeno 12mila risparmiatori, la cui perdita è stimata complessivamente sui 300 milioni . Di contro, un escamotage di bilancio avrebbe, invece, permesso alla famiglia Ligresti di intascare illecitamente dividendi per oltre 200 milioni. Nell’estate 2013 i membri della famiglia Ligresti sono stati arrestati dalla Guardia di Finanza di Torino e a dicembre si è tenuta la prima udienza del processo contro gli ex amministratori di Fondiaria Sai.

« Per gli ex amministratori di Fonsai  – spiegano gli avvocati  Luca Panzeri , Luca Baj e Marcello Gori,  legali di Confconsumatori – le accuse, oramai cristallizzate, sono quelle di false comunicazioni sociali al mercato ai danni dei soci e dei creditori e conseguentemente per manipolazione del mercato ex art 185 D.l.vo 24 febbraio 1998 n. 58 per aver diffuso notizie fasulle circa le voci di bilancio consolidato del 2010 o per non aver impedito la loro diffusione, con ciò provocando una sensibile alterazione del prezzo del titolo Fondiaria Sai S.p.a. e Milano Assicurazioni» . 

Confconsumatori sta rappresentando diversi cittadin i – investitori che hanno subito un danno dalle azioni criminose oggetto di indagine nelle varie sedi giudiziarie. A tal proposito, l’associazione ha presentato la richiesta di costituirsi parte civile nel processo penale e, soprattutto, offrire la stessa opportunità a chi aveva investito in titoli Fondiaria Sai, Premafin s.p.a. e Milano Assicurazioni S.p.a..

Gli interessati possono prendere contatti con Confconsumatori Milano entro il 21 gennaio 2014  al fine di sottoscrivere le procure speciali ad agire nonché consegnare la documentazione attestante la legittimazione.

CONFCONSUMATORI MILANO
Via De Amicis 17 – CAP 20123
Telefono: 02.83241893
Fax: 02.58104162
Sito web: www.confconsumatorilombardia.com
E-mail regionale: lombardia@confconsumatori.it
E-mail provinciale: milano@confconsumatori.it
Responsabile regionale: Francesca Arnaboldi
Responsabile provinciale: Bruna Borri Artali
Orari di apertura: Dal lunedì al giovedì 10-13 e 14-18; venerdì 10- 13.


Aggiornamento del 21 gennaio 2014

Confconsumatori ha ricevuto il “nulla osta” del GUP di Torino in relazione all’istanza di pubblicazione sul sito www.confconsumatori.it della richiesta di rinvio a giudizio. Scarica il Decreto del Tribunale di Torino