Torino, 12 novembre 2014 – Confconsumatori, tramite i propri legali, ha assistito attonita alla lettura del dispositivo della sentenza che ha pronunciato l’assoluzione, sia pure con formula dubitativa, dei componenti del Collegio Sindacale di FondiariaSai per non avere commesso il fatto. Questo l’esito del giudizio abbreviato celebratosi a Torino in relazione al reato di false comunicazioni sociali in danno della società, dei soci e dei creditori nel bilancio 2010.

"Attendiamo di leggere le motivazioni della sentenza, – commenta l'avvocato Marcello Gori, che assiste alcuni associati di Confconsumatori – onde decidere il da farsi a tutela dei molti associati costituitisi parte civile. Desideriamo mantenere, in seno al processo, il ruolo fattivo e propositivo a supporto della Procura della Repubblica nella sua opera di evidenziazione delle penali responsabilità di chi ha contribuito, con azioni od omissioni, al dissesto della società, arrecando gravissime perdite agli azionisti. Si ha motivo di ritenere, peraltro, alla luce delle emergenze processuali, che il Tribunale, nel caso, si sia limitato a rilevare, su sollecitazione della difesa degli imputati, che non ci fosse la prova provata della responsabilità concorsuale dei sindaci nella commissione del falso in bilancio. Ciò non dovrebbe comunque intaccare il cuore dell'indagine, anche ai fini di una condanna al risarcimento a favore di chi è stato danneggiato, in seno al troncone principale chiamato all'udienza dibattimentale del 17 novembre". [l'udienza é stata rinviata al 3 dicembre 2014 alle ore 9. ndR]

Per capire esattamente le ragioni dell'assoluzione bisognerà attendere la pubblicazione delle motivazioni, tra circa 90 giorni. Il Gup Boemio ha assolto dall'accusa di falso in bilancio Benito Giovanni Marino, Marco Spadacini e Antonio D'Ambrosio, ovvero il collegio sindacale in carica quando e' stato approvato il bilancio 2010 di Fondiaria-Sai, societa' poi confluita in UnipolSai, nata dalla fusione a quattro tra Fonsai, Premafin, Milano Assicurazioni e Unipol Assicurazioni.