Parma, 13 novembre 2012 – RCAuto e sicurezza: le novità da conoscere per chi guida Sono molte le novità che riguardano le assicurazioni, in particolare quella sulla responsabilità civile, e i requisiti di sicurezza per le auto.

1) ABOLIZIONE TACITO RINNOVO Il Decreto Sviluppo 179/2012, che dovrà essere convertito in legge alla fine dell’anno, abolisce il tacito rinnovo dell’RCAuto. Quindi, dal 2013, chi vorrà cambiare compagnia non dovrà più dare disdetta alla polizza almeno 15 giorni prima della scadenza. È però bene tenere presente che viene, così, a mancare la copertura automatica, prima prevista dalle polizze con tacito rinnovo, fino a 15 giorni successivi alla scadenza della polizza precedente (il rinnovo può avvenire solo dietro consenso del cliente) ed aumentano le responsabilità dell’utente, che ora ha l’onere di stipulare ogni anno per tempo l’assicurazione, cercando tra le tante l’offerta più conveniente. Le compagnie sono tenute a comunicare per iscritto ai clienti la perdita di efficacia delle clausole di tacito rinnovo con un congruo anticipo sulla scadenza.

2) CONTRATTO RCAUTO BASE Entro il 20 dicembre il Ministero dello Sviluppo economico, l’Ania e l’Ivass (l’Istituto di vigilanza sul settore assicurativo) insieme agli intermediari (agenti e broker) dovranno definire un “Contratto RCAuto base” in cui verranno descritte le clausole minime necessarie, i casi di riduzione del premio e di ampliamento della copertura base, allo scopo di favorire la concorrenza e rendere più facile il confronto tra le polizze.

3) COLLABORAZIONE TRA INTERMEDIARI Ora gli agenti potranno vendere polizze di compagnie diverse da quelle da cui hanno ricevuto un mandato. Il Decreto Sviluppo, infatti, consente la collaborazione tra intermediari: agenti, broker, promotori finanziari, sportelli bancari e uffici postali. Il cliente dovrà esserne informato. L’intento è quello di favorire la concorrenza e integrare quanto previsto dal precedente decreto sulle liberalizzazioni, che obbliga gli agenti a fornire 3 preventivi Rcauto al cliente (difficile soprattutto per gli agenti monomandatari). Resta da capire se gli agenti, pur collaborando tra loro, proporranno sempre la soluzione migliore presente sul mercato visto che la loro proposta dipenderà anche dalla varietà degli intermediari che collaborano tra loro.

4) NUOVI REQUISITI AUTO Dal 1 novembre 2012, con l’entrata in vigore di un pacchetto di requisiti di sicurezza per nuovi tipi di autoveicoli1, varie misure diventano obbligatorie per i veicoli omologati dopo il 1 novembre e, nel 2014, saranno obbligatorie per tutti i veicoli nuovi venduti nell’UE. Ecco alcuni tra i nuovi requisiti per le nuove auto:

•Il sedile del conducente dovrà essere munito di avvisatore per la cintura di sicurezza, che ricorda al conducente di allacciare la cintura mediante un allarme visivo e acustico;

•Le auto elettriche dovranno soddisfare rigorosi parametri di sicurezza elettrica per garantire che conducenti e passeggeri non ricevano scosse elettriche.

•Le autovetture dovranno essere dotate di almeno due punti di fissaggio ISOFIX per seggiolini per bambini integrati nei sedili posteriori.

•I sedili posteriori davanti al vano bagagli dovranno essere sufficientemente solidi da garantire una protezione contro lo spostamento dei bagagli in caso di scontro frontale.

•Gli pneumatici delle autovetture dovranno essere muniti di un sistema di controllo della pressione degli pneumatici di bordo che rilevi le perdite di pressione e le segnali al conducente.

•I nuovi tipi di autovetture dovranno essere muniti d’indicatori di cambio di marcia, che permetteranno ai conducenti di risparmiare carburante.


1. Regolamento (CE) n. 661/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 luglio 2009.