Minturno-Latina, 16 agosto 2016 – Nei primi giorni di agosto numerosi utenti Wind sono incorsi in spiacevoli quanto molto fastidiosi malfunzionamenti del cellulare modello Huawei P9 Lite brand Wind, acquistato utilizzando la promozione “Telefono incluso” – rivolta a chi è cliente Wind da più di un anno ed ha attiva un’offerta “all inclusive” con rata iniziale di € 99,90 + 30 rate mensili da € 1,00 e beneficiando cosi di uno sconto sul prezzo finale del telefono connesso al mantenimento dell’operatore Wind.

Infatti, nei primi giorni del mese di agosto è stato rilasciato dall’operatore Wind un aggiornamento della interfaccia software EMUI 4.1, che Huawei installa sui terminali con Android 6.0 Marshmallow avente il codice: VNS-L31C113B131, sinteticamente identificato come “B131”, in sostituzione del preinstallato “B105”, presente al momento dell’acquisto e perfettamente funzionante.

A seguito di tale aggiornamento, sono stati riscontrati e segnalati da nostri associati sia a Huawei che a Wind, la presenza di alcuni c.d. “bug”, ossia errori e malfunzionamenti, in particolar modo in relazione all’uso della fotocamera, a nulla valendo i tentativi di ripristino delle impostazioni di fabbrica ed altri espedienti suggeriti dagli operatori del call center Huawei, al fine di risolvere i segnalati malfunzionamenti.

Nello specifico, nell’app fotocamera non risulta più funzionante la modalità automatica e di default “bellezza”, la quale, peraltro, se usata ripetutamente premendo l’otturatore o disattivata per il passaggio alla modalità normale, manda in crash l’app fotocamera al momento dello scatto, costringendo alla chiusura ed al riavvio dell’applicazione, nonché, nei casi più gravi, al riavvio di tutto il terminale, allo scopo di ripristinare l’uso della camera.

Viene inoltre anche segnalato il malfunzionamento di altre opzioni, quali ad esempio l’RGB sulla camera esterna. Oltre che nel comparto foto e video, risultano malfunzionamenti anche con riferimento ai suoni ed alla vibrazione.

Al momento, pur essendo a conoscenza del problema, né Huawei né Wind, hanno comunicato nulla al riguardo, rassicurando i clienti sull’invio di una nuova release di aggiornamento per la correzione dei “bug”, né assumendo altre iniziative volte a risolvere il grave disagio della utenza.

Anzi, Wind (pur essendo il brand del telefono, che si presume rilasci la versione software “adattata”, nonché la controparte contrattuale dell’offerta “Telefono incluso”) disconosce – attraverso gli operatori del 155 – ogni competenza tecnica in materia e invita i clienti a rivolgersi esclusivamente al produttore, che dal canto suo non si è ancora attivato, anzi gli operatori dell’assistenza gratuita, all’800191435, appaiono disorientati dinanzi alla doglianze degli acquirenti.

Si sta assistendo – afferma l’avvocato Franco Conte responsabile della Confconsumatori-Latina – quindi al classico “scaricabarile” e rimpallo di responsabilità ai danni degli utenti che hanno acquistato un prodotto di fascia medio-alta e che si vedono privati di funzioni importanti. 

Ricordiamo ancora che la controparte contrattuale risulta essere l’operatore Wind che avendo brandizzato il cellulare è direttamente obbligato a garantire le prestazioni ottimali dell’apparecchio.” 

D’altro canto gli utenti che hanno provato a sostituire lo smartphone presso i centri wind, pensando si trattasse di un problema “hardware di quello specifico apparecchio che si rifletteva sul software” hanno potuto rendersi conto che il nuovo terminale – al pari di quello sostituito – in realtà funzionava perfettamente prima dell’aggiornamento, ed ha ripreso a manifestare anomalie dopo il download e l’installazione del “B131”. Mentre, alcuni utenti, che hanno la versione “no brand” del terminale, non riscontrano alcun problema con la fotocamera dopo il famigerato aggiornamento.

Appare evidente – ribadisce ancora l’avvocato Franco Conte responsabile della Confconsumatori-Latina – la responsabilità della società Wind negli inconvenienti occorsi e pertanto invidiamo tutti gli utenti che avessero riscontrato tali problematiche a segnalare ed inoltrare reclami in merito a quanto accaduto direttamente all’operatore Wind e alla società produttrice che sono responsabili per tutti i malfunzionamenti software connessi ai colpevoli ritardi nella risoluzione delle problematiche”.

La Confconsumatori Latina è a disposizione degli utenti che ne facessero richiesta per l’inoltro delle segnalazioni e per tutte le azioni di risarcimento che si rendessero necessarie.

Per informazioni: 0771681022 – confconsumatorilatina@gmail.com


Aggiornamento

Dopo una ventina di giorni l’Huawei ha rilasciato l’aggiornamento corretto e compatibile per i cellulari con brand Wind. Quindi il problema è da ritenersi risolto.