Parma, 5 febbraio 2024 – Confconsumatori desidera informare tutti gli assicurati Novis riguardo agli sviluppi recenti in seguito alla revoca dell’autorizzazione della compagnia da parte dell’Autorità slovacca NBS. Nonostante la revoca dell’autorizzazione il 5 giugno 2023, la procedura di liquidazione dell’impresa non è ancora stata avviata, e questo potrebbe avere implicazioni significative per gli assicurati.

COSA DICE LA LEGGE

Secondo l’art. 1924 del Codice civile italiano, applicabile ai contratti stipulati in Italia, in caso di mancato pagamento dei premi dopo il primo anno di vigenza della polizza, il contratto è risolto di diritto. Ciò comporta che i premi pagati restano acquisiti all’assicuratore, a meno che non siano presenti le condizioni per il riscatto dell’assicurazione o per la riduzione della somma assicurata. Tuttavia, la legge italiana consente ai contraenti di decidere di sospendere i pagamenti dei premi dopo il primo anno di vigenza della polizza. È importante sottolineare che questa scelta deve essere valutata attentamente, considerando le conseguenze in base alle norme di legge e alle condizioni contrattuali. Per questo Confconsumatori ribadisce la disponibilità ad assistere gli assicurati nella tutela dei propri interessi.

SOSPENDERE I PAGAMENTI

Se un assicurato decide di sospendere il pagamento dei premi, è fondamentale leggere attentamente il contratto assicurativo e verificare se il pagamento avviene tramite RID bancario. In caso affermativo, sarà necessario contattare la propria banca per revocare il RID.

INFORMAZIONI UTILI: LEGGI LE FAQ

Confconsumatori consiglia agli assicurati NOVIS di consultare le FAQ pubblicate sul sito della NBS al seguente link: https://nbs.sk/en/novis-company-frequently-asked-questions/, per ottenere ulteriori informazioni e chiarimenti sulla situazione attuale.

Gli sportelli territoriali dell’associazione, elencati nella sezione Dove siamo, e lo Sportello online rimangono a disposizione degli assicurati per supporto e informazioni.