23 maggio 2001: i consumatori protetti dal Garante nel trattamento dei dati riguardanti i loro conti correnti bancari. Un Istituto di credito aveva rivelato l’entità del conto corrente e del deposito titoli di una donna al legale del marito. Il Garante per la protezione dei dati personali ha dichiarato illegittima una comunicazione di questo tipo, configurando quindi l’esistenza, per le Banche, di un obbligo di riservatezza sui conti dei clienti.

Il testo integrale della decisione del Garante.