Scongelare i cibi in sicurezza: i consigli di EFSA L’Autorità ha realizzato una pratica infografica per spiegare come poter conservare e utilizzare al meglio gli alimenti surgelati in ambito domestico

print

Parma, 7 maggio 2021 – Gli alimenti surgelati possono contenere batteri in grado di proliferare dopo lo scongelamento e provocare tossinfezioni alimentari. Per questo motivo EFSA, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, ha realizzato una pratica infografica che racchiude le buone prassi da seguire quando si scongela un alimento, per ridurre l’eventualità che nelle nostre cucine si sviluppino malattie veicolate dalla cattiva gestione dei cibi, aiutando così i consumatori a combattere anche lo spreco alimentare nelle proprie case.

Ecco qualche consiglio utile:

  • Frantumare i pezzi grandi di pesce, gamberetti o frutti di bosco congelati all’interno della confezione prima di scongelarli.
  • Scongelare solo la quantità di cibo necessaria e lasciare il resto congelato;
  • Scongelare carne, pesce e frutti di mare su un vassoio in frigorifero per evitare di contaminare altri alimenti;
  • Scongelare verdure e frutta sotto l’acqua corrente fredda, lasciandoli preferibilmente dentro la loro confezione originale;
  • Assicurarsi che mani e utensili siano puliti quando si maneggiano cibi, per esempio quando si suddividono pezzi di cibo più grandi in pezzi più piccoli.

L’infografica fornisce, poi, tanti consigli da tenere ben presenti e da non dimenticare quando abbiamo a che fare con gli alimenti congelati, per evitare il rischio di contaminazioni in cucina, nel frigorifero o in congelatore:

  • Conservare gli alimenti scongelati nella confezione originale o in un contenitore appropriato onde evitare contaminazioni;
  • Scongelare i cibi a bassa temperatura per evitare la proliferazione di batteri;
  • Cuocere il cibo scongelato prima del consumo per eliminare i batteri;
  • Non ricongelare il cibo dopo averlo scongelato;
  • Seguire sempre le istruzioni di conservazione del produttore per garantire che gli alimenti restino sicuri.

SCARICA L’INFOGRAFICA A QUESTO LINK

CHI È EFSA? – L’EFSA è la chiave di volta dell’Unione europea per la valutazione dei rischi connessi alla sicurezza di alimenti e mangimi. In stretta collaborazione con le autorità nazionali e aperta consultazione con i propri portatori di interesse, l’EFSA o­re consulenza scientifica indipendente e comunica con chiarezza su rischi esistenti ed emergenti.