28 gennaio 2008 – Con una direttiva del 17 gennaio 2008, Equitalia s.p.a. ha dato unileterali ed errate istruzioni ai concessionari controllati dalla società pubblica. Secondo Equitalia, che prosegue nel reiterare l’errore e l’illegittimità delle cartelle, l’assenza del nominativo del responsabile del procedimento sarebbe una mera irregolarità dell’atto di natura formale, quindi non rilevante ai sensi dell’articolo 21 octies della legge 241/90.

Il ragionamento della società, interamente pubblica, è errato, in quanto a fianco della norma generale sul procedimento amministrativo (legge 241/90), occorre applicare la norma speciale , quindi prevalente su quella generale , contenuta nella legge 212/2000 comunemente chiamata “Statuto del contribuente”. Detta norma stabilisce che gli atti dell’amministrazione finanziaria e dei concessionari della riscossione “…devono tassativamente indicare…il responsabile del procedimento ".

Dunque, in forza del principio generale di prevalenza della legge speciale su quella generale, occorre concludere che i concessionari della riscossione tributi continueranno a emettere atti nulli, perché contrari a norme imperative.

Nonostante il richiamo autorevole della Corte Costituzionale (leggi qui ), le cartelle esattoriali verranno notificate illegittimamente e soprattutto i concessionari continueranno a pretendere pagamenti sulla base di cartelle notificate in passato contenenti la grave violazione di legge oggetto di giudizio costituzionale.

Peraltro la giurisprudenza nell’anno 2007 si è già orientata nel ritenere, quasi univocamente, le cartelle illegittime perché prive dell’indicazione del responsabile del procedimento. Bisogna, inoltre, ricordare che si sta consolidando in giurisprudenza (essendoci molte pronunce sia di Giudici di Pace che di Commissioni tributarie) il principio secondo cui sono illegittime, o addirittura inesistenti, le cartelle non sottoscritte da alcun soggetto. La domanda spontanea è conoscere il motivo di tanta "resistenza" nell’indicare e far firmare ad una persona, individuabile fisicamente, un atto così importante come la cartella esattoriale. Quasi come se, in realtà, la cartella sorgesse senza intervento umano (quindi in modo abnorme ed illegale).

Confidiamo che Equitalia cambi idea ed inviti i concessionari ad abbandonare ogni pretesa di pagamento sulla base di cartelle illegittime.