Avellino, 21 maggio 2020 – L’impossibilità di uscire nel periodo di lockdown da Covid-19 ha causato in tutto l’avellinese una forte crescita delle ricerche online con intento di acquisto.  L’aumento delle compere in rete da parte degli irpini, nel settore informatico, non è stato però determinato esclusivamente dalla paura di uscire o dalla difficoltà a trovare esercizi commerciali aperti, ma avrebbe giocato un ruolo importante anche la necessità di ricreare in casa l’ambiente di ufficio.

Tale esigenza, lamenta il popolo avellinese, avrebbe causato un aumento della domanda di numerosi dispositivi informatici nonché una riduzione notevole delle scorte che avrebbe, pertanto, comportato un progressivo incremento dei prezzi di stampanti, computer e accessori informatici a danno del cittadino consumatore. Ad attestarlo è anche una ricerca condotta da BrandToday su uno dei siti più importanti per l’e-commerce di materiale tecnologico, che ha rilevato un incremento dei prezzi variabile da un +9,8% per i computer portatili ad un +24,2% per le stampanti.

A tutela dei consumatori irpini è, pertanto, scesa in campo la Confconsumatori che negli scorsi giorni, nell’ottica della massima sinergia istituzionale con il nuovo Osservatorio Prezzi Campania, ha segnalato le distorsioni di mercato che stanno interessando il settore informatico a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

«Lavorare in smart working oggi costa molto di più – ha dichiarato Marta De Leucio, responsabile di Confconsumatori Avellino – non tutti i lavoratori che stanno operando da casa hanno strumenti forniti da aziende o dall’Amministrazione pubblica. Si tratta infatti di una categoria molto ampia che raccoglie gran parte dei professionisti a partita Iva, gli insegnanti e molti operatori dei call center. Pertanto è necessario un intervento immediato a tutela di queste categorie di professionisti già provate dall’emergenza sanitaria. Invitiamo, quindi, tutti i cittadini a continuare a segnalarci queste situazioni in modo da permettere all’Associazione, unitamente all’Osservatorio Prezzi Campania, di intervenire a loro tutela».

Qualunque segnalazione può essere inviata, allegando anche il relativo documento di acquisto (scontrino fiscale, fattura, ecc.), alla sede di Confconsumatori Avellino ai contatti: confconsumatori.av@libero.it e 349.096 5069.