Parma, 10 dicembre 2008 – Tra le varie conseguenze che la crisi Alitalia sta avendo sui passeggeri, vi è l’aumento dei prezzi dei biglietti.
Tutte le altre compagnie, infatti, hanno proceduto e stanno procedendo ad indiscriminati, ingiustificati ed esagerati aumenti.

Nel corso dell’odierna riunione del Comitato per la tutela dei diritti del passeggero, i Consumatori hanno chiesto ad Enac di intervenire per fare cessare tale prassi.

E’ stato annunciato anche un esposto all’Autorità Garante della concorrenza e del mercato, al fine di accertare, innanzitutto, se il comportamento dei vettori possa configurarsi come pratica commerciale scorretta .
In secondo luogo, sarà chiesto all’Antitrust di accertare se dietro a questo aumento a tappeto dei biglietti possa nascondersi un cartello dei vettori aerei in danno degli utenti .

Confconsumatori invita i passeggeri a comunicare tutti i casi di aumenti all’indirizzo di posta elettronica disservizi.aerei@confconsumatori.it  

“ I vettori aerei pensano di scaricare sui passeggeri le perdite che hanno a causa della crisi economica in atto. Ma si sbagliano, e se pensano di comportarsi come i furbi cowboy del far west, tentando di imporre la legge del più forte, sappiano che i cittadini saranno capaci di reagire di fronte a un fatto ingiusto ”, ha dichiarato l’avv. Carmelo Calì, responsabile trasporti Confconsumatori e rappresentante CNCU nel “Comitato Tutela Diritti Passeggero” presso l’Enac.