Campobasso, 13 marzo 2014 – " Fino a quando i cittadini molisani potranno avere pazienza e sopportare i disservizi di Trenitalia? ". Il Forum del Trasporto Pubblico del Molise torna all'attacco sui disservizi che danneggiano ogni giorno tantissimi pendolari e lo fa attraverso un comunicato diffuso nei giorni scorsi ai media locali. " Questa sera il treno per Roma delle ore 19:30 è stato bloccato per un’ora e mezza a Vinchiaturo in attesa del treno proveniente da Roma in ritardo  – si legge nella nota del TPL –   Gli sfortunati passeggeri sono rimasti in attesa e poi fatti sbarcare dal treno  in attesa di un imprecisato ed improbabile servizio sostitutivo e successivamente fatti risalire, sbatacchiati da un personale disorientato perché privo di direttive e di risorse rispetto all’imprevisto. Noi insistiamo ancora una volta sulla misura che abbiamo indicato da tempo per risolvere questi ricorrenti disagi. Riportare a Campobasso il DCO, sistema di governo della circolazione dei treni sul binario unico della rete molisana, spostato a Bari secondo una dissennata “razionalizzazione” di Ferrovie Italiane che contribuisce al disservizio e ha aumentato la spesa di soldi pubblici, cioè nostri" .

Tra gli aderenti al TPL c'è anche Confconsumatori con la responsabile locale, avvocato Sonia Giacchetta , che insieme alle altre associazioni ed enti coinvolti ha firmato la nota diffusa: " Fino a quando i molisani potranno sopportare la vera e propria violenza dell’arrogante silenzio di Ferrovie Italiane che incassa il contributo pubblico e se ne frega della necessità di dare risposte? Ci chiediamo quale può essere la spiegazione di un comportamento simile, si vuole forse convincere i molisani, incentivando il disservizio, che la ferrovia è inservibile e perseguire oscuri obiettivi? Preannunciamo nuove iniziative di protesta alle quali, già da ora, chiamiamo i cittadini molisani ."