Martedì 30 marzo 2021 – Venerdì 26 marzo sì è tenuto un webinar della Banca d’Italia con le Associazioni dei consumatori dedicato ai meccanismi di frodi e truffe online più comuni sui pagamenti elettronici e agli strumenti a disposizione della clientela per tutelarsi. Il webinar, dal titolo #truffainvista?, nasce da una collaborazione tra Banca d’Italia e Associazioni dei Consumatori presenti nel Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti (CNCU) istituito presso il Ministero dello Sviluppo Economico.

Durante l’incontro sono stati presentati esempi pratici, testimonianze dirette (tra queste alcuni casi gestiti dalle sedi di Confconsumatori) e consigli di esperti per aiutare i consumatori non solo a riconoscere le truffe più comuni ma anche a sapere quali strumenti di tutela attivare in caso di problemi.

E’ possibile rivedere per intero l’evento nel video qui sotto, che contiene anche l’intervento di Mara Colla, presidente di Confconsumatori (il video inizia dall’intervento di Confconsumatori).

GLI INTERVENTI

La giornalista Federica Sciarelli ha moderato l’incontro.

Per Banca d’Italia sono intervenuti:

  • Magda Bianco, Capa del Dipartimento Tutela dei clienti ed educazione finanziaria
  • Antonella Magliocco, Capa del Servizio tutela individuale dei clienti
  • Margherita Cartechini, Vice Capa del Servizio Tutela individuale dei clienti
  • Ravenio Parrini, Servizio Strumenti e servizi di pagamento al dettaglio
  • Silvia Cambi, Titolare della Divisione Arbitro bancario Finanziario

Per le Associazioni dei consumatori aderenti al Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti

  • Carlo Piarulli, Adiconsum
  • Laura Pulcini, Adocnazionale
  • Antonio Tanza, Adusbef
  • Anna Vizzari, Altroconsumo
  • Marco Grisotto, Assoconsum
  • Mario Finzi, Assoutenti
  • Gunde Bauhofer, Centroconsumatori
  • Gianluca Di Ascenzo, Codacons
  • Mara Colla, Confconsumatori
  • Emilio Viafora, Federconsumatori
  • Giovanni Ferrari, La casa del consumatore
  • Paolo Fiorio, Movimento Consumatori
  • Ottaviano Colosimo, Movimento difesa del cittadino
  • Dario Giordano, Udicon
  • Stefano Cherti, Unione Nazionale Consumatori

I CONTENUTI DELL’EVENTO

Il webinar è stata un’occasione per approfondire le caratteristiche delle truffe on line più diffuse, il phishing, il vishing e la sim swap fraud e le accortezze da adottare e gli strumenti da attivare per tutelarsi. In apertura Federica Sciarelli, moderatrice dell’incontro, ha sottolineato che il fenomeno delle truffe digitali è purtroppo cresciuto molto negli ultimi tempi, legato anche al maggior ricorso alle operazioni online a causa della emergenza epidemiologica. Magda Bianco, Capa del Dipartimento Tutela della clientela ed educazione finanziaria della Banca d’Italia, ha sottolineato la novità di un evento congiunto con le Associazioni e gli obiettivi dell’iniziativa: fare informazione, accrescere la consapevolezza di tutti sui rischi e sugli strumenti di tutela messi a disposizione dalla Banca d’Italia, come ad esempio l’Arbitro Bancario Finanziario. Magda Bianco ha poi illustrato i risultati di un questionario, condotto in collaborazione con le Associazioni, sui temi dell’evento. Le risposte degli oltre 1.800 intervistati mostrano un quadro con luci e ombre da cui emergono una sufficiente conoscenza dei pericoli legati alle truffe online ma ancora una scarsa padronanza degli strumenti di tutela attivabili.

I Rappresentanti delle associazioni dei consumatori hanno illustrato le diverse iniziative da loro messe in campo per contribuire alla diffusione della conoscenza su queste tematiche: vademecum, pillole video, uso dei canali social, eventi dedicati al mondo della scuola, ai giovani e agli adulti, numeri verdi di assistenza agli associati. Emerge una crescente attenzione delle Associazioni ai profili comportamentali degli utenti dei servizi di pagamento. Le testimonianze dei tre utenti, Marco, Sara e Giulia, che sono stati intervistati da Federica Sciarelli e purtroppo vittime di truffe, dimostrano che spesso i truffatori con strumenti sempre più sofisticati ci rendono vulnerabili anche se siamo informati e ci inducono a comportamenti che razionalmente non adotteremmo. Unanimemente riconosciuta l’importanza della collaborazione fra Associazioni, Istituzioni e Industria per amplificare la diffusione dell’impegno profuso.

Margherita Cartechini, Vice Capa del Servizio Tutela individuale dei clienti di Banca d’Italia è scesa più nel dettaglio degli strumenti di tutela che Banca d’Italia mette a disposizione di tutti i cittadini: il ricorso all’Arbitro Bancario Finanziario e la presentazione di un esposto, strumenti entrambi facilmente accessibili online. Per informazioni i clienti possono rivolgersi al numero verde 800-196969, attivo 24 ore su 24, sette giorni su sette. Completano il quadro le diverse iniziative di educazione finanziaria messe in campo dalla Banca d’Italia per accrescere la cultura finanziaria della clientela. Per potersi difendere in maniera adeguata dalle insidie delle truffe sul web e poterle riconoscere in anticipo, bisogna innanzitutto essere consapevoli dei meccanismi con cui esse operano.

L’ing. Ravenio Parrini del Servizio Sorveglianza sul sistema dei pagamenti, ha fatto chiarezza sulle modalità con cui i falsi operatori carpiscono i dati di accesso ai conti correnti e alle piattaforme di gestione online e ha fornito consigli utili per evitare le truffe più comuni: il phishing, il vishing e la sim swap fraud.

Silvia Cambi, Titolare della Divisione Arbitro Bancario Finanziario del Servizio Tutela individuale dei clienti, ha illustrato i principali orientamenti dei Collegi dell’ABF nei ricorsi decisi sulle tre specifiche tipologie di truffe. Antonella Magliocco, Capa del Servizio Tutela individuale dei clienti di Banca d’Italia, in conclusione, ha posto l’accento sull’importanza della collaborazione tra la Banca e le associazioni dei consumatori. Iniziative congiunte, come questa, rafforzano il dialogo con gli utenti, contribuiscono alla diffusione della conoscenza e rinsaldano il legame con i cittadini. Con l’auspicio da parte di tutti i partecipanti che a questo evento seguano nuove iniziative congiunte su altre tematiche di attualità e di interesse per il pubblico, Federica Sciarelli ha concluso l’incontro.