Elettricità: riconosciuto bonus sociale dall’Autorità

print

Parma, 3 settembre 2008 – “ Un primo, concreto provvedimento in difesa delle famiglie in condizioni di difficoltà economica e di salute. Plaudiamo alla sensibilità dimostrata dall’Autorità per l’energia e il gas ” – afferma Mara Colla, Presidente di Confconsumatori, commentando l’introduzione di un bonus sociale sulle bollette dell’energia elettrica deciso dall’Autorità .

Tale bonus ridurrà la spesa del 20%, potrà variare in base alla composizione del nucleo familiare (60 euro/anno per un nucleo familiare di 1-2 persone, 78 euro/anno per 3-4 persone, 135 euro/anno per un numero di persone superiore a 4) e al valore dell’ISEE (che dovrà essere inferiore o uguale a 7500 euro) e potrà essere richiesto anche per le spese sostenute nel 2008.

La procedura di richiesta del bonus sarà pienamente operativa dal 2009. La domanda potrà essere presentata al Comune di residenza entro il 31 marzo 2009, anche con effetto retroattivo, e darà diritto alla compensazione per 12 mensilità (salvo rinnovo). Maggiori informazioni saranno disponibili presso l’Autorità stessa, le imprese venditrici e distributrici dell’energia e i Comuni di residenza.

Contestualmente all’introduzione del regime di tutela sociale, l’Autorità ha inoltre disposto, a partire dal 1° gennaio 2009, la revisione delle tariffe per la fornitura di energia ai clienti domestici . Sarà previsto un riallineamento delle tariffe ai costi reali con conseguente diminuzione di spesa per i consumi medio-alti (2700-4800 kWh/anno) ed un aumento di spesa per i consumi molto alti (sopra i 5000 kWh/anno) e per quelli bassi (ad esempio single benestanti).

Per maggiori informazioni clicca QUI