Brindisi, 4 febbraio 2015 – Muffa, ruggine, strutture fatiscenti e molto diverse da quanto pubblicizzato al momento dell'acquisto del pacchetto turistico. I Giudici di pace di Brindisi, Francesco De Vitis e Francesca Vilei, con 3 distinte sentenze hanno riconosciuto il diritto al risarcimento del danno subito da 12 turisti brindisini associati Confconsumatori che avevano acquistato dei pacchetti turistici per un soggiorno di una settimana in una struttura turistica in provincia di Cosenza.

Era accaduto, infatti, che i turisti giunti sul luogo di villeggiatura avevano constatato notevoli differenze tra quanto prospettato al momento dell’acquisto del pacchetto turistico e le reali caratteristiche della struttura. Quest’ultima, inoltre, come emerso nell’attività istruttoria svolta nel corso dei processi, presentava stanze e servizi igienici in stato di abbandono (umidità, muffa, ruggine). E, ancora, delle due piscine pubblicizzate al momento dell’acquisto del pacchetto turistico soltanto una era utilizzabile, sebbene anch'essa versasse in stato di abbandono.

Il gruppo di turisti brindisini, quindi, avevano terminato immediatamente la vacanza ed erano rientrati a Brindisi, in quanto le rimostranze inoltrate sia alla struttura turistica sia alla società venditrice del pacchetto turistico erano rimaste prive di riscontro. Così come prive di riscontro erano rimaste le diffide inoltrate dai 12 turisti non appena rientrati a Brindisi.

Gli associati di Confconsumatori avevano deciso, quindi, di promuovere azioni giudiziarie dinnanzi al Giudice di Pace per ottenere il risarcimento del danno patito. Dopo poco più di un anno, al termine dei 3 processi, l’ultimo dei quali si è concluso con sentenza depositata nei giorni scorsi, i Giudici di Pace di Brindisi hanno riconosciuto il diritto al risarcimento del danno, comprensivo anche del danno da vacanza rovinata, patito dai turisti.

Siamo particolarmente soddisfatti di queste vittorie giudiziarie ottenute dai nostri associati – afferma l’avv. Emilio Graziuso, Componente del Consiglio Direttivo Nazionale della ConfconsumatoriI Giudici di Pace di Brindisi con queste recenti tre sentenze hanno confermato la propria sensibilità ed attenzione ai diritti dei consumatori, sancendo un principio fondamentale: qualora vi sia una differenza negativa sostanziale tra quanto pubblicizzato nella vendita del pacchetto turistico e le reali caratteristiche della struttura, il consumatore ha diritto al risarcimento del danno, oltre che patrimoniale anche da vacanza rovinata”.

Per maggiori informazioni www.confconsumatoribrindisi.it tel. 347 – 0628721