Grosseto, 19 luglio 2022 – Purtroppo le preoccupazioni di Confconsumatori riguardanti i disservizi nel settore turistico si sono concretizzate anche a Grosseto. Lo scorso fine settimana, caratterizzato dalla cancellazione di migliaia di voli aerei, è stata colpita dai disagi – causati da una compagnia low-cost – anche una famiglia grossetana.

LA VICENDA – La famiglia aveva prenotato un volo interno per recarsi in una meta di villeggiatura italiana. Domenica mattina avevano quasi raggiunto l’aeroporto quando la compagnia li ha avvisati che, a causa dello sciopero, il volo non sarebbe partito. Vista l’impossibilità di partire con altre compagnie a prezzi ragionevoli, alla fine hanno acconsentito a essere riposizionati su un volo in partenza una settimana più tardi, venendo così costretti a posticipare le ferie e l’intera vacanza.

Nonostante il riposizionamento, i grossetani hanno deciso di prendere provvedimenti nei confronti della compagnia aerea e hanno chiesto l’indennizzo previsto dal Regolamento comunitario 261/2004 e il risarcimento dei danni, compreso quello da vacanza rovinata. La risposta ufficiale della compagnia, però, ancora non è arrivata.

Si ricorda che lo sciopero, in quanto debitamente preannunciato, non costituisce, secondo la Corte di Giustizia Europea, circostanza eccezionale e pertanto, nonostante il riposizionamento, spetta al passeggero l’indennizzo previsto dalle norme europee salvo la prova del maggior danno.

Si ricorda a tutti i turisti nelle stesse condizioni che lo sportello di Grosseto è a disposizione ed è contattabile al numero 0564.417849 oppure via mail: grosseto@confconsumatori.it. Anche nel mese di agosto, nonostante la chiusura programmata, lo sportello effettuerà – vista la grave crisi del trasporto aereo e soprattutto delle compagnie low-cost non italiane – delle aperture straordinarie destinate all’assistenza dei viaggiatori.