27 marzo 2008 – La nuova normativa, in vigore da oggi, 27 marzo 2008, stabilisce che i contratti di trasferimento di immobili dovranno adeguarsi alla nuova normativa di sicurezza degli impianti .

Rientrano in questa disciplina i casi di compravendita, donazione, permuta, conferimento etc..; le nuove regole si applicano anche ai vecchi impianti (gas, acqua, elettricità etc)

Il D.M. 37/2008 (clicca QUI per scaricare il testo) impone che all’atto del trasferimento vengano allegati i certificati energetici e di sicurezza degli impianti. In alternativa dovrà essere allegata la dichiarazione del professionista abilitato attestante la rispondenza («dichiarazione di rispondenza») o la non conformità .   Attenzione: i tecnici abilitati dovranno obbligatoriamente utilizzare i nuovi modelli, allegati al D.M. del Ministero dello Sviluppo economico.

Rischi per i consumatori:

– L’inosservanza determina l’applicazione di una sanzione amministrativa da 1.000 € a 10.000 €.

– L’acquirente potrà inoltre chiedere all’alienante il risarcimento dei danni eventualmente patiti per l’insussistenza dei requisiti sostanziali connessi. E’ ancora dubbio che le parti possano convenzionalmente rinunciare alla garanzia.

Sicuramente, in nome della garanzia di sicurezza, sono obbligatori nuovi costi per i consumatori.


Clicca QUI per scaricare le risposte del Ministero dello Sviluppo Economico sui quesiti interpretativi posti da Unioncamere.