Torino, 23 gennaio 2017 – Nei giorni scorsi Confconsumatori si è costituita insieme a un gruppo di associati nel processo penale Seat Pagine Gialle a Torino. I tantissimi azionisti danneggiati dal crack miliardario potranno ancora costituirsi costituirsi nella fase preliminare del giudizio dibattimentale, cui probabilmente si giungerà, all’esito dell’udienza preliminare. Nell’attesa, gli interessati possono rivolgersi all’indirizzo seat@confconsumatori.it e procurarsi un certificato rilasciato dalla banca che evidenzia tutte le operazioni da loro effettuate in relazioni ai titoli della Seat.

Sono ancora pochissimi, infatti, gli azionisti costituiti a fronte di un enorme numero di danneggiati: per questo i legali di Confconsumatori hanno formulato istanza scritta di notifica per pubblici proclami, attesa la scarsissima eco che aveva avuto sui mass media la notizia della celebrazione dell’udienza preliminare. “Per evidenziare che il processo potrebbe interessare centinaia di migliaia, se non milioni di risparmiatori, – spiega l’avvocato Marcello Gori, legale di Confconsumatori – abbiamo prodotto le cosiddette “Informazioni per gli Azionisti” contenute nelle rispettive relazioni allegate ai bilanci dal 31.12.2007 al 31.12.2015, dalle quali emerge anche che trattavasi di azionariato diffuso“.

E’ uno dei crack che ha arrecato maggiori pregiudizi – continua l’avvocato Gori –  Stimato dalla Procura della Repubblica di Torino in 3,7 miliardi di euro e che ha arrecato gravissimi danni, patrimoniali e non, in un numero grandissimo di piccoli risparmiatori che riponevano fiducia in SEAT PAGINE GIALLE e nei suoi amministratori“.

Chi desidera costituirsi parte civile, può richiedere istruzioni agli sportelli territoriali di Confconsumatori, o allo sportello online dedicato seat@confconsumatori.it e mg@avvocatomarcellogori.it.

Per ulteriori chiarimenti rivolgersi a:
CONFCONSUMATORI TORINO (TO) Cellulare: 3337924652 – 3315393376