Parma, 12 ottobre 2006 – Confconsumatori ha inviato un’istanza alla Procura di Caserta per conoscere i nomi delle aziende che hanno prodotto le mozzarelle contaminate , per sapere dove le stesse siano state distribuite e se attualmente siano ancora in commercio.

Dopo il sequestro in 9 allevamenti del Casertano di 1.500 esemplari delle famose bufale campane, dal cui latte si produce la prestigiosa mozzarella apprezzata in tutto il mondo, Mara Colla, Presidente nazionale di Confconsumatori, associazione da sempre impegnata nel campo della sicurezza alimentare e nella protezione della salute dei consumatori , afferma: “ Si tratta di un altro fatto gravissimo. Ancora una volta risulta evidente la necessità di rafforzare i controlli sulla sicurezza degli alimenti e di contrastare le pratiche corrotte e le organizzazioni criminali nel settore alimentare. A tal fine, chiediamo al Governo attenzione e risorse economiche, nonché la riorganizzazione delle competenze in capo ai soggetti deputati ai controlli, per conseguire maggiore efficienza a tutela della salute dei consumatori .”