Latina-Minturno, 9 novembre 2015 – In questi giorni sono numerose le segnalazioni e le richieste di chiarimento ricevute presso la nostra sede e relative alle lettere di recupero dei ticket sanitari non pagati inerenti le annualità 2009 e 2010 che la Regione Lazio sta inviando. Infatti è partita una prima fase cosiddetta “bonaria” di recupero dei ticket sanitari per tutti i cittadini che hanno usufruito dell’esenzione senza averne diritto.

Confconsumatori Latina, precisa che laddove non si aveva effettivamente diritto alla esenzione ticket è giusto che vengano fatti i dovuti controlli e recuperate le somme, ma va altresì precisato che richiedere pagamenti inerenti a prestazioni che sarebbero state fruite nel 2009 e 2010 rende davvero difficoltoso per l’utente l’eventuale verifica della correttezza.

«Pertanto – ribadisce l’avv. Franco Conte responsabile provinciale della Confconsumatori – è opportuno precisare che le dette richieste di pagamento, non riportano alcuna indicazione in merito al tipo di farmaco o alla prestazione per la quale non sarebbe stato pagato il ticket. Ovviamente questo crea non pochi problemi in capo al contribuente che a distanza di molti anni si trova a dover verificare situazioni per le quali sicuramente non ha più memoria. Consigliamo quindi, laddove ci fossero dei dubbi sulla legittimità e correttezza della richiesta di inviare una specifica contestazione al fine di acquisire tutte le informazioni, compreso la copia della prescrizione medica, per le verifiche del caso

Per informazioni 0771681022 – 3495000314 – confconsumatorilatina@gmail.com.