Dai primi mesi del 2023 abbiamo assistito in Italia al dissesto di una importante compagnia assicurativa specializzata nel ramo vita, con quasi 400.000 clienti e circa 19 miliardi di euro di loro risparmio coinvolti: tra questi clienti, circa 50.000 sono sottoscrittori di polizze integrative pensionistiche, con un volume di fondi pensione di circa 4 miliardi di euro. Si tratta del primo ed unico caso italiano di dissesto di compagnia con forte raccolta di ramo vita.  Al di là delle “patologie” che si stanno verificando, sono comunque note la scarsa conoscenza e cultura assicurativa da parte del cittadino consumatore italiano: per questo Confconsumatori ha deciso di rendere l’educazione assicurativa e previdenziale uno dei temi centrali del progetto “Generazione F- Generiamo Futuro”.

“Pensare al futuro” in relazione alle polizze assicurative significa anche conoscere meglio le coperture assicurative finalizzate alla tutela della salute, del periodo post lavorativo, della eventuale non autosufficienza, e a garantire un adeguato sostegno economico ai propri cari in caso di decesso. È un dato di fatto che ancora oggi i consumatori non comprendano pienamente ciò che una polizza malattia può coprire, quale utilità può avere e quando è il momento più opportuno per assicurarsi (perché andando avanti con l’età le coperture hanno maggiori limitazioni e costi); così come poco conosciute sono sicuramente ancora le polizze, di relativa recente introduzione in Italia, cosiddette Long Term Care, che garantiscono una copertura di costi in caso di non autosufficienza, e il loro coordinamento con eventuali polizze o piani integrativi pensionistici.

Confconsumatori si propone dunque di informare i cittadini per renderli più consapevoli nella scelta globale dei prodotti assicurativi, perché siano in grado di individuare quelli più adeguati al proprio profilo, i più sostenibili, e i più utili per sé e per la propria famiglia: sia che si tratti del periodo lavorativo (polizze finalizzate a risparmio/investimento e tutela dalla salute), del periodo post lavoro (polizze sanitarie, Long Term Care, pensionistiche) o anche del post vita (copertura vita “temporanea caso morte”). In questo particolare ambito Confconsumatori sfrutterà le potenzialità della collaborazione con SNA, Sindacato Nazionale degli Agenti di Assicurazione.

CAMPAGNA INFORMATIVA

Confconsumatori promuoverà una campagna di informazione e sensibilizzazione sui temi legati all’educazione assicurativa, in particolare relativa alle forme di investimento assicurativo con polizze vita ramo I (gestione separata) e ramo II (unit/index linked), polizze integrative pensionistiche (le cosiddette PIP), polizze sanitarie e Long Term Care, polizze temporanee caso morte, polizze rispettose dei criteri ESG.

La campagna verrà veicolata anche attraverso i canali social di Confconsumatori, e proprio all’educazione assicurativa sarà dedicato un numero speciale del periodico “Confconsumatori Notizie”, che sarà disponibile online e in distribuzione presso gli sportelli territoriali dell’associazione.

Sul sito www.confconsumatori.it, saranno inoltre pubblicate notizie e approfondimenti riguardanti il tema, e segnalati gli eventi (webinar, incontri/convegni, iniziative formative) che verranno organizzati.

Gli articoli:
I post:

 

WEBINAR, CONVEGNI SUL TERRITORIO, FORMAZIONE

Per quanto riguarda formazione e divulgazione, saranno organizzati tre webinar rivolti ai cittadini, trasmessi anche in diretta streaming sulla pagina Facebook dell’associazione, aperti al dibattito ed alle domande dei partecipanti.

I webinar:
  • Polizze ramo I, ramo III e Temporanea Caso Morte (TCM)
  • Polizze Integrative Pensionistiche (PIP)
  • Polizze sanitarie e Long Term Care (LTC)

Il webinar sulle polizze sanitarie e LTC, in particolare, sarà aperto alla partecipazione dei professionisti dell’ambito sociosanitario e tutti quanti gli incontri saranno parallelamente destinati anche alla formazione e all’aggiornamento interni degli operatori di sportello.

Accanto ai webinar, sarà organizzato un convegno dedicato al tema dei rischi e benefici delle polizze di vita di ramo 1 e 3, pensato per operatori qualificati del settore – come avvocati e commercialisti – ma aperto anche alla partecipazione dei cittadini interessati.

GLI SPORTELLI

Verrà istituito un mese – anche non continuativo – in cui lo sportello online dell’associazione e sei sportelli territoriali saranno a disposizione dei cittadini per offrire loro assistenza in merito alle tematiche assicurative. Lo sportello online, in particolare, avrà il ruolo di coordinare l’assistenza, facendo da tramite tra i consumatori e gli esperti.